Inclusione scolastica

Materiali utili, video, memoria di lavoro, questionario index

Inclusivo è un ambiente dove tutte le diversità vengono valorizzate così da dare a tutti pari possibilità di crescita in un sistema equo e coeso in grado di prendersi cura di tutti gli studenti, assicurandone la loro dignità, il rispetto delle differenze e le pari opportunità.

IL CORTO ANIMATO DI CATHERINE PROWSE

Il nuovo cortometraggio animato di Catherine Prowse è un omaggio alla diversità.

Un video in stop motion dolcissimo, per dimostrare che in fondo “nessuno è normale” …

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

ARTICOLO di Alex Urso TRATTO DAL SITO: artribune.com 

I wish I was special, but I’m a creep”. Cantavano così nel 1992 i Radiohead, in una canzone rimasta simbolo della band e inno per un’intera generazione di diversi o, se preferite, di sfigati: ragazzi nati in un mondo per la prima volta globalizzato, in cui gli universi si estendevano all’infinito portando gli individui a sentire il contatto con l’esterno in maniera sempre più labile e alienante. “What the hell am I doin’ here? I don’t belong here”. A tradurre in immagini i versi di quel brano è oggi la regista britannica Catherine Prowse, autrice di un nuovo corto animato dedicato al concetto di normalità.

IL CORTO ANIMATO DI CATHERINE PROWSE

Realizzato per il servizio di consulenza per giovani e giovanissimi Childline, il video – dal titolo Nobody is Normal – racconta in poco più di un minuto le emozioni contrastanti di un ragazzino alle prese con il disagio di sentirsi diverso. Il suo volto, infatti, è solo una maschera indossata per sembrare simile ai suoi compagni di scuola. Un camouflage che presto si rivela tale, portando allo scoperto la vera identità del protagonista.
Un filmato rapidissimo e senza parole, capace di racchiudere in pochi fotogrammi una bellissima, irrefutabile, verità: nessuno di noi, in fondo, è davvero normale. E va bene così.

Attività

Cosa fa la scuola?

AREA DIRITTI ALUNNI CON DISABILITA’

  1. COMPILAZIONE E ATTIVAZIONE DEI PROTOCOLLI DI CONTINUITA’ PER IL PASSAGGIO AL GRADO SCOLASTICO SUCCESSIVO 
  2. LINEE GUIDA PER GENITORI DI ALUNNI LEGGE 104/92 (VEDI AREA GENITORI)
  3. PROPOSTE DI FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI SUI TEMI DELL’INCLUSIONE

IL NUOVO MODELLO DI PEI

A partire da questo anno scolastico (2022/2023) l’istituto utilizzerà il nuovo modello di PEI, emanato con il DI n.182/20, basato sul Profilo di Funzionamento attraverso una prospettiva bio-psico-sociale, secondo la quale non vengono solo valutati gli aspetti biologici del soggetto ma anche quelli psicologici, familiari e sociali. Il funzionamento e la disabilità sono strettamente collegati all’ambiente di vita, per questo motivo, nel documento saranno individuati FACILITATORI e BARRIERE che impattano sulla partecipazione della persona stessa. Le quattro dimensioni attorno alle quali è costruito il nuovo PEI sono: 1) Socializzazione e interazione; 2)Comunicazione e linguaggio; 3) Autonomia e orientamento; 4) Cognitiva, Neuropsicologica e dell’Apprendimento.

AREA ALUNNI BES – DSA

  1. LINEE GUIDA PER GENITORI DI ALUNNI BES-DSA (VEDI AREA GENITORI)
  2. INTERVENTO IN CLASSE  DELLA RETE “GENITORI DSA”
  3. PROVE MT DI LETTURA*
  4. PROVE AC-MT DI MATEMATICA**, in via sperimentale in una classe da quest’anno scolastico
  5. PROPOSTE DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI SUL TEMA DEGLI ALUNNI CON DSA

*Le prove di lettura MT, elaborate presso l’Istituto di Psicologia di Padova dal gruppo di ricerca MT, consentono di esaminare l’apprendimento della lettura dalla prima classe della scuola elementare alla terza classe della scuola media.

**L’AC-MT è una prova oggettiva per l’accertamento del livello di apprendimento del calcolo (valutazione di base) e la rilevazione di eventuali difficoltà di calcolo

AREA ALUNNI STRANIERI E CON BACKGROUND MIGRATORIO

  1. PARTECIPAZIONE AL TAVOLO INTEGRAZIONE ED INTERCULTURA DEL COMUNE DI ALBA (PLESSI DI CORNELIANO E PIOBESI)
  2. PARTECIPAZIONE AL TAVOLO INTEGRAZIONE ED INTERCULTURA DEL COMUNE DI BRA (PLESSI DI SOMMARIVA PERNO E BALDISSERO)
  3. E’ STATO REDATTO UN PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI E CON BACKGROUND MIGRATORIO ED UNO PER ALUNNI ADOTTATI (VEDI AREA DOCENTI E AREA GENITORI)
  4. E’ POSSIBILE CONSULTARE UN ELENCO DI SERVIZI  PER I CITTADINI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIO.(VEDI AREA GENITORI)
  5. FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI SUL TEMA DELL’INTEGRAZIONE ED INTERCULTURA

Index dell’inclusione

L’Index per l’inclusione è una proposta di autovalutazione e auto miglioramento per le scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia fino ai licei o agli istituti professionali.

Si basa su un’idea ampia di inclusione, che investe la scuola nella sua interezza e la immagina come luogo capace di svilupparsi per garantire sempre di più a ogni persona al suo interno, alunni, ma anche insegnanti, la possibilità di partecipare pienamente e realizzare altrettanto pienamente le proprie potenzialità.

Scuola dell’ Infanzia 2023/24

QUESTIONARIO GENITORI 

Scuola Secondaria 1° grado 2023/24

QUESTIONARIO GENITORI

QUESTIONARIO RAGAZZI